CHIAMA IL +39 0931 832994 PER PRENOTARE

FAQ

Il Centro di medicina legale di Avola e provincia

Di seguito trovate alcune delle domande più frequenti che i pazienti del Centro Medico Galileo fanno ai nostri specialisti.

Le vostre domande

Perché è importante lo screening tiroideo?

Per “screening tiroideo” si intende l'associazione, anche in assenza di sintomi, di dosaggi ormonali, esame obiettivo - in corso di visita medica - ed eventuale diagnosi strumentale - mediante ecografia del collo.

Le malattie della tiroide hanno un'incidenza alquanto elevata, se consideriamo che il gozzo (aumento di volume della tiroide) interessa fino al 20% della popolazione italiana (con punte del 75% in alcune regioni), i noduli tiroidei interessano dal 30 al 60%, le tiroiditi dal 5 al 15% della popolazione.
Alcune di queste patologie possono essere importanti. 

Le tiroiditi possono dare alterazioni funzionali come gonfiore, astenia, sonnolenza, difficoltà di concentrazione, intolleranza al freddo. L'ipertiroidismo causa invece dimagrimento, insonnia, ansia, irritabilità, sudorazione profusa, intolleranza la caldo. I noduli tiroidei possono nel 5% dei casi essere tumori maligni. 

Il tumore alla tiroide deve far paura?

Ad oggi si può sicuramente affermare che una diagnosi precoce di tumore tiroideo è pari a una guarigione completa. Si tratta di tumori a scarsa aggressività, a crescita lenta anche come capacità di metastatizzazione. Ma solo nei casi identificati in tempo utile.

Il riscontro clinico o ecografico di nodulo tiroideo deve sempre richiamare la nostra attenzione, perché alcuni di questi noduli possono avere caratteristiche suggestive per noduli “sospetti” e basta un semplice esame citologico per chiarirne la natura e intervenire in tempo, prima che diventi un reale problema.

Solo in rarissimi casi si tratta di tumori aggressivi e a veloce crescita e le possibilità di approccio terapeutico sono molto scarse. In questi casi, però, si tratta di neoplasie che insorgono nell'arco di tempi veramente brevi, raggiungono grosse dimensioni e da subito richiamano l'attenzione del paziente.

Obesità e diabete mellito: la “diabesità”

Obesità e diabete sono attualmente riconosciuti come i “mali del secolo”, perché entrambi riconoscono alla base lo stato di benessere in cui ci troviamo e che ci porta ad associare a errate e abbondanti abitudini alimentari uno stile di vita sedentario. 

L'obesità e il diabete hanno molte caratteristiche in comune perché si tratta di due condizioni che si influenzano a vicenda. L'obesità non va sottovalutata. Il diabete va riconosciuto e curato nella maniera più corretta, perché se i sintomi non sono immediati, quando compariranno, sarà già troppo tardi e non sarà più possibile tornare indietro.
Per ulteriori informazioni scrivi a centromedicogalilei@gmail.com
Share by: